Risparmiare acquistando in modo intelligente


Shopping: c’è chi lo ama, chi non ne può fare a meno e chi invece lo evita. In parecchi lo sottovalutano considerandolo una frivolezza, ma saper fare un buon shopping, sapere cogliere le occasioni favorevoli, non cadere nelle trappole sono i desideri di ogni consumatore nel momento in cui affronta i suoi acquisti. Lo scopo di questo articolo è quindi quello di offrire al consumatore gli strumenti necessari per permettergli di fare shopping con avvedutezza, oculatezza, piacere e ovviamente tornaconto.

Link sponsorizzati

Perché facciamo shopping?

Può sembrare un quesito banale, ma in realtà non lo è. Porsi questa domanda aiuta a capire ciò che ci spinge a fare shopping e a modificare conseguentemente quelle abitudini che ci fanno acquistare nel modo sbagliato. Ovviamente uno dei motivi primari che ci spinge verso lo shopping è la necessità. E’ il motivo più importante, ma non è il solo. C’è chi lo fa, infatti, per divertimento, per rilassarsi oppure per soddisfare alcune esigenze di vita. Potremmo quindi definire lo shopping come un’attività che ci porta a visitare negozi, centri commerciali, ecc. alla ricerca di prodotti da vedere, valutare, confrontare, testare e talvolta comprare.

 

 

L’arte dello shopping

Molti storceranno il naso di fronte a questa frase e si chiederanno se è effettivamente corretto definire la capacità di fare buon shopping un’arte. La risposta è sì. Saper fare shopping aiuta il consumatore a tutelare il suo interesse e a mettersi al riparo da trappole o truffe che possono capitare. L’arte dello shopping diventa in questo modo una maniera intelligente, utile e piacevole di spendere il proprio denaro nonché di ridurre sensibilmente il rischio di fare scelte sbagliate.

 

Con lo shopping il consumatore dà prova di essere il giudice supremo di quanto e di come gli viene offerto. Per raggiungere questo traguardo, esso deve essere gestito in modo intelligente, ovvero orientato a documentarsi e a trovare quei beni che possano effettivamente soddisfare i propri bisogni, dotati di tutte le qualità necessarie e del giusto prezzo.

 

Come fare un buon shopping

Dovrete anzitutto rispettare e mettere in pratica alcune regole che potremmo riassumere in tre fasi:

  • Fase di pre-shopping relativa alla conoscenza dei prodotti, delle offerte concorrenziali, delle imprese produttrici, dei punti vendita e della valutazione delle possibili alternative
  • Fase di shopping relativa al processo decisionale e di acquisto
  • Fase di post-shopping relativa al controllo e alla valutazione dei risultati conseguiti

 

 

  • Individuare i bisogni da soddisfare: Il primo passo è conoscere le proprie esigenze. Conoscendole potrete ricercare in modo mirato ciò di cui avete bisogno e soddisfare le vostre necessità nel migliore dei modi. Individuare le vostre esigenze vi porterà a ricercare quei prodotti o servizi che sono in grado di riscontrarle. Potrete valutare le alternative a vostra disposizione e decidere quindi per l’acquisto ottimale. Siete insoddisfatti e volete risolvere il problema acquistando un prodotto o un servizio; il giusto riscontro sarà dato da un prodotto avente caratteristiche ben precise atte a soddisfare le vostre esigenze.
  • Ricercare informazioni: una volta identificate le vostre necessità, ricercate il maggior numero di informazioni possibili che vi permettano di conoscere i prodotti, i marchi, le aziende e i punti vendita che siano in grado di rispondere alle vostre specifiche esigenze. Conoscere e valutare le alternative a disposizione vi aiuterà a fare la scelta ottimale.
  • Decisione di acquisto: una volta che disporrete di tutte le informazioni necessarie e dopo aver valutato con attenzione tutte le opzioni a vostra disposizione, potrete procedere con l’acquisto. I fattori decisionali che incideranno sulla vostra scelta saranno di tipo personale, situazionale e ovviamente relativi al prodotto, al prezzo, alla qualità, alla marca, alle condizioni, al punto vendita, al servizio, alla garanzia ed assistenza, alla modalità di pagamento e infine alla soddisfazione conseguibile.
  • Giudizio e controllo sull’acquisto: una volta acquistato il prodotto o il servizio, dovrete valutare i risultati ottenuti e confrontarli con le vostre aspettative. Sarà proprio in questa fase che rileverete il successo o meno dell’acquisto fatto e di conseguenza la soddisfazione o insoddisfazione che ha apportato.

Acquistare in modo intelligente non è difficile, è necessario però focalizzare l’attenzione sull’obiettivo che è vostra intenzione conseguire, ovvero soddisfare in modo ottimale le vostre necessità. Seguendo gli spunti citati in questo articolo avrete modo di fare acquisti intelligenti che daranno soddisfazione non solo a voi ma anche al vostro portafoglio. Buono shopping!


Condividi con: