Natale e Capodanno: come risparmiare sulla spesa alimentare


 

Link sponsorizzati

 

  • Scegliete con cura dove fare i vostri acquisti. I luoghi più convenienti per l’acquisto di prodotti materiali sono: hard discount (sebbene non propongano tutti gli articoli di marca a cui si è generalmente abituati, permettono un risparmio fino al 50% rispetto al negozio tradizionale); mercato (potrete risparmiare fino al 30-35% rispetto al negozio tradizionale); ipermercati (il risparmio può arrivare fino al 20-25%); supermercato medio (la percentuale di risparmio è in media del 10-15% ).

  • Non esagerate con i quantitativi. Circa un terzo di quello che viene acquistato in occasione delle festività natalizie viene puntualmente buttato. Quando acquistate gli affettati al banco, per esempio, ricordatevi che è bene consumarli entro un paio di giorni. Dopo questo lasso di tempo la loro bontà viene meno. Sarebbe quindi uno spreco dover buttare nel pattume un alimento solo perché avete comprato un quantitativo maggiore del necessario. Non fatevi cogliere dall’ansia che il vostro frigorifero sia sprovvisto di tutto.
  • Stilate una lista della spesa dettagliata e rispettatela. Prendetevi tutto il tempo che vi serve per scriverla. Conservatela anche per l’anno successivo. In questo modo, potrete ricordare quanto avete acquistato l’anno precedente e regolarvi di conseguenza per evitare eventuali acquisti inutili.
  • Attenzione alle primizie. In occasione delle festività natalizie i banchi della frutta propongono parecchia mercanzia proveniente da Paesi esotici. Se siete amanti di questo tipo di frutti, acquistateli una volta terminati i giorni di festa, il risparmio sarà notevole. Sarebbe in ogni caso opportuno optare per prodotti di stagione (arance, mandarini, mele, pere, ecc.) se è vostro interesse risparmiare. Le primizie, infatti, oltre ad essere meno buone sono anche decisamente più costose.

 

 

  • Prestate attenzione ai quantitativi che i commessi vi propongono. Se voi avete chiesto due etti di prosciutto, è vostro diritto acquistare due etti e non due etti e mezzo. Per alcuni potrà sembrare eccesso di pignoleria, ma il vostro portafogli sicuramente ve ne sarà grato. Imparate quindi a dire “No, grazie due etti sono più che sufficienti…tolga pure il mezzo etto in più per cortesia”.
  • Attenzione alle scadenze. Molto spesso presi dalla frenesia e dalla fretta ci si dimentica di controllare la scadenza dei prodotti. Se non avete tempo da dedicare a quest’operazione, ricordatevi che nei supermercati i prodotti con scadenza imminente sono posti davanti o sopra, ma mai dietro o sotto. E’ sufficiente quindi allungare il braccio.
  • Acquistate pandori e panettoni semplici, privi di farciture o creme. La farcitura potete sempre applicarla voi preparando una crema pasticciera o utilizzando la panna. Così facendo avrete due pandori al prezzo di uno e non sarà necessario buttare ciò che è avanzato.
  • Per i vostri brindisi, esistono marche di spumanti italiani a prezzi più che abbordabili. Ricordate che non sempre le marche più famose sono le migliori qualitativamente parlando.

 


Condividi con: