Risparmio energetico e isolamento termico


Calda d’inverno e fresca d’estate. Queste sono le condizioni ideali che vorremmo per le nostre case. Per preservare le temperature desiderate nelle stanze della nostra casa solitamente utilizziamo termosifoni, stufe, radiatori, condizionatori, ma spesso dimentichiamo l’importanza fondamentale che ricopre l’isolamento termico dell’immobile stesso. Un buon isolamento termico, infatti, oltre a mantenere invariata la temperatura interna della nostra casa, permette anche un notevole risparmio a livello energetico e conseguentemente a livello economico.

Link sponsorizzati

 

isolamento termico.jpg

Quali locali della casa è bene isolare?

Ogni abitazione è un caso a sé stante. Se è vostra intenzione isolare termicamente la vostra casa, è consigliabile rivolgersi anzitutto ad una figura professionale competente che possa indirizzarvi per quanto concerne la scelta delle metodologie di isolamento adatte per la vostra abitazione.

In linea generale, comunque, si consiglia di isolare le mansarde, gli appartamenti siti all’ultimo piano di un palazzo, villette a solo e case con soffitti molto alti. Nei casi menzionati, infatti, lo squilibrio termico può raggiungere livelli elevati. Va ricordato, inoltre, che più la metratura interna dell’abitazione è elevata, maggiore sarà la dispersione del calore. In ogni caso, la metratura interna non è l’unico fattore a cui fare riferimento. Anche l’esposizione o il clima del luogo in cui si trova la casa sono importanti. Per esempio, le villette che si trovano nella parte terminale di un complesso a schiera, sono esposte su tre lati. Questo sicuramente non favorisce un isolamento termico ottimale.

Che cos’è l’isolamento termico?

L’isolamento termico è sostanzialmente l’insieme dei sistemi, delle procedure, delle tecniche e dei materiali atti a contenere la dispersione termica.

Il calore tende ad entrare durante l’estate e a sfuggire verso l’esterno durante i mesi invernali. Questo accade perché il calore si sposta in modo naturale dalle zone caratterizzate da una temperatura elevata verso zone con temperatura più bassa. L’isolamento termico serve quindi a regolare e contenere questo scambio di calore.

In che modo viene approntato l’isolamento termico?

Esistono varie tipologie di materiali isolanti, detti anche materiali termici, che consentono un adeguato mantenimento della temperatura. La scelta del tipo di materiale da utilizzare dipende da molteplici fattori, tra cui la tipologia del locale da isolare. Alcuni di questi materiali rallentano il flusso del calore trattenendo al loro interno dell’aria. Per comprendere tale meccanismo, si pensi per esempio al piumino. Esso isola dal freddo perché le piume d’oca, che sono presenti al suo interno, intrappolano l’aria che, di conseguenza, trattiene il calore corporeo. I materiali termici si comportano in modo simile, rendendo il materiale, per l’appunto, isolante.

I materiali non vengono scelti solo in base alla capacità isolante. Esistono anche altri aspetti da tenere in considerazione, tra cui:

  • resistenza all’azione del fuoco (i materiali vengono sottoposti a varie prove di laboratorio per testare la capacità del materiale di resistere alle fiamme e rilasciare fumo, tra le altre cose)
  • resistenza alla compressione (alcuni materiali, se depositati in cantiere in modo scorretto, tendono a deformarsi o a rompersi perdendo così la loro capacità isolante)
  • sensibilità all’acqua (alcuni materiali sono caratterizzati da una struttura spugnosa in grado di assorbire acqua. Pertanto, è importante stoccare questa tipologia di materiali in luoghi protetti e asciutti, evitando di eliminare il rivestimento di copertura sino al momento dell’uso)

Si consiglia, infine, di utilizzare solo i materiali suggeriti da una figura professionale (per esempio, un progettista). Le schede tecniche allegate al prodotto contengono tutte le informazioni necessarie, quindi è bene leggerle con attenzione. I materiali vanno sempre conservati in modo idoneo. 

Per concludere, un buon isolamento termico non dipende esclusivamente dai materiali isolanti, ma anche da altri elementi, quali serramenti, strutture, rivestimenti, ecc.

 


Condividi con: