E’ possibile risparmiare sulla spesa senza dover rinunciare alla qualità? Certo che sì!


Puntualmente con cadenza settimanale o quotidiana (a seconda delle abitudini) si ripresenta il classico quesito: è possibile risparmiare sulla spesa senza dover rinunciare alla qualità? La risposta è sì, ma vediamo come.

Link sponsorizzati

Quale punto vendita scegliere?

E’ convinzione comune che il posto migliore dove fare la spesa sia il supermercato. Se è vostra intenzione acquistare puntando al risparmio, vi consigliamo di prendere in considerazione anche gli Ipermercati e gli Hard Discount. Questi ultimi, infatti, fanno sempre parte della grande distribuzione e propongono, nel caso degli Iper, un’ampia gamma di merce esposta su enormi superfici nonché, nel caso dei Discount, articoli non di marca ma a prezzi decisamente vantaggiosi.

In un’ottica tesa principalmente al risparmio, il punto vendita preferibile rimane il Discount. Come anticipato, esso offre i prodotti ai prezzi più bassi in assoluto. Se invece siete interessati ai prodotti di marca, la vostra scelta verterà sicuramente su Iper e supermercati. Nei discount, infatti, è difficile trovare prodotti di marca.

Sfatiamo il luogo comune prodotto non di marca = scarsa qualità

Tra le corsie dei supermercati è pressoché impossibile non riconoscere i ben noti prodotti di marca. Solitamente sono i più costosi.

Se invece di acquistare il classico articolo di marca, optaste per la stessa tipologia di articolo con marca commerciale, ovvero quella del supermercato, arrivereste a risparmiare tra il 30% e il 40% del prezzo. Nel caso di prodotti “primo prezzo” il risparmio rasenterebbe anche il 45%. Nei discount gli stessi tipi di prodotti, ovviamente non di marca, possono arrivare a costare anche meno della metà dei tanto reclamizzati prodotti di marca.

Molti di voi a questo punto si chiederanno: sì ok risparmio, ma la qualità? Domanda più che lecita, ma sappiate che un prezzo elevato non è affatto sinonimo di qualità migliore.

I test condotti nell’arco degli ultimi 30 anni da una rinomata associazione a difesa del consumatore, quale Altroconsumo, hanno ampiamente dimostrato che parecchi prodotti non di marca sono di qualità migliore rispetto ad altrettanti prodotti di marca.

Le promozioni sono realmente vantaggiose?

E’ innegabile il fatto che grazie alle promozioni è possibile risparmiare in media circa il 20%, ma solo se si tratta di promozioni reali.

Controllate sempre che l’offerta proposta sia reale. Sul prodotto in promozione, infatti, devono essere riportati il prezzo di partenza, il prezzo scontato e la percentuale di sconto.

Solitamente comunque i prodotti in promozione sono quelli di marca, ovvero i più costosi. Considerando che i prezzi dei prodotti non sono altro che il risultato di accordi tra produttori e catene commerciali, non è da escludere che il medesimo articolo in promozione nel supermercato sia possibile trovarlo allo stesso prezzo, senza bisogno di sconto, in qualche altro punto vendita.

In conclusione, le promozioni sono sostanzialmente una  diversa forma di pubblicità e convengono solo se l’acquisto in questione riguarda prodotti che comprate regolarmente e soprattutto se lo sconto risulta essere oggettivamente reale. Solo in questo caso può essere conveniente fare una scorta dell’articolo in promozione.

Rincorrere l’ultima promozione non è il metodo più efficace per risparmiare. Economicamente parlando, infatti, trarreste molti più benefici scegliendo di fare i vostri acquisti nel punto vendita meno caro della vostra zona.


Condividi con: