Prestito bebè 2009


bonus-bebe1

Link sponsorizzati

 

Visto il periodo di crisi finanziaria l’attuale governo ha promosso ed ha finalmente reso operativo il Prestito Bebè, ovvero un prestito statale per i nuovi nati a tasso agevolato. Lo scopo è ovviamente quello di aiutare le famiglie che hanno intenzione di mettere al mondo bambini e le famiglie che ne hanno adottato uno nell’anno in corso. Saranno le banche stesse a finanziare le famiglie con un bimbo in arrivo (che avranno inoltrato domanda per il prestito in questione) con 5000 euro rimborsabili in cinque anni.

A copertura dei prestiti, il Governo ha istituito un fondo ad hoc, denominato “Fondo nuovi nati”, con una dotazione di 25 milioni di euro, che permetterà alle banche di prestare il denaro a tassi agevolati. In questo modo le famiglie con nuovi nati potranno far fronte alle spese per la cura e l’assistenza del bambino. Inoltre, secondo quanto riferisce l’Associazione Bancaria Italiana, il prestito sarà concesso con un contributo in conto interessi a quelle famiglie con nuovi nati affetti da malattie rare; in tal caso, infatti, interviene un ulteriore finanziamento di dieci milioni di euro a sostegno di queste situazioni.

Potranno usufruire del prestito bebè le famiglie aventi un reddito compreso tra 22.000 e 35.000 euro che dovrà essere indicato nell’apposita domanda. Il reddito massimo ammesso dipende dal numero di componenti del nucleo familiare e dalla loro condizione (pensionato, disabile, ecc.).


Condividi con: