Vademecum sul come arginare le spese bancarie


Il fatto che il conto corrente bancario sia diventato piuttosto costoso è cosa nota. Tuttavia, applicando qualche piccolo accorgimento è possibile arginare le spese bancarie. Qui di seguito vi offriamo un breve vademecum che potrà sicuramente risultarvi utile.

Link sponsorizzati

  • Ormai il conto corrente non è più consigliabile come strumento di gestione del risparmio a causa dei tassi d’interesse molto bassi applicati. Meglio quindi lasciare sul conto solo il denaro necessario per le spese correnti ed optare per un tipo d’investimento diverso dei vostri risparmi.
  • Leggete con attenzione tutta la documentazione che vi viene inviata dalla banca. Avrete modo di rendervi conto di eventuali peggioramenti delle condizioni bancarie. Ricordate, infatti, che la banca ha l’obbligo di informarvi e voi siete ovviamente liberi di poter recedere dal contratto senza nessuna penalità. Inoltre, in caso di contestazioni, la documentazione è fondamentale.
  • Usufruite dei servizi gratuiti forniti dalla vostra banca per poter controllare l’estratto conto, ovvero bancomat ed invio trimestrale a casa.

 

spese_bancarie.jpg

  • Le operazioni effettuate online sono di norma meno dispendiose rispetto a quelle fatte allo sportello.
  • Optate per una domiciliazione delle utenze. Il servizio è gratuito ed eviterete altre operazioni a pagamento.
  • Se il vostro conto corrente prevede operazioni gratuite (le cosiddette operazioni a forfait) vi consigliamo di sfruttarle prestando attenzione a non superare la soglia del limite previsto. Ricordate però che solitamente i conti che prevedono operazioni illimitate incluse nelle spese sono troppo onerosi per le necessità di un correntista medio.
  • Controllate i costi effettivi della carta credito e scegliete quella più conveniente. Non sempre la carta offerta dalla vostra banca in abbinamento al conto è la scelta migliore.
  • Prelevate utilizzando il bancomat e non la carta di credito. Ricordatevi di prelevare dalle macchinette bancomat appartenenti al vostro gruppo bancario. Differentemente vi verranno applicate commissioni bancarie che si aggirano intorno ai due euro per ogni prelievo effettuato.
  • Se vi è possibile evitate di andare in rosso. Le spese bancarie e gli interessi addebitati per uno scoperto anche di pochi giorni sono alquanto onerose.

 


Condividi con: